Benvenuti nel sito ufficiale di informazione turistica della Provincia di PiacenzaScudo Piacenza

VISITE GUIDATE AL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO DELL'OSPEDALE DI PIACENZA

Via Taverna 49
Descrizione
Durante il medioevo sul territorio della diocesi di Piacenza esistevano numerosi ospizi e ospitali.
Il processo di ammodermento delle strutture ospedaliere prende corpo nel corso del XV secolo, quando la scarsità dei mezzi economici e le nuove idee scientifiche che si vanno formando rendono conveniente riunire i piccoli, e spesso ormai fallimentari “ospedaletti”, in un’unica grande struttura ospedaliera.
La riforma era particolarmente voluta dai Vescovi, i quali avevano il dovere di sorvegliare, assieme con gli Anziani del Comune, l’amministrazione di questa miriade di luoghi.
A Piacenza l’opera di riunificazione inizia nel 1471 e termina l’anno seguente, quando Papa Sisto IV riconosce, con lettera apostolica dell’8 ottobre, la validità giuridica di quanto il Vescovo Campesio aveva compiuto.Trentadue furono quelli che concorsero con i loro beni alla fondazione dell’Ospedale Grande Piacentino.
Il 21 luglio del 1472 furono nominati i primi quindici rettori del nuovo ospedale, che entrarono in carica il 16 agosto.
Ben presto iniziarono i lavori di edificazione, usufruendo in parte dell’antico monastero di Santa Vittoria, il cui chiostro è ancora presente all’interno del nucleo originario dell’ospedale.
L’ospedale resta sostanzialmente invariato nella sua struttura originaria (salvo alcuni parziali ampliamenti e ristrutturazioni settecentesche) fino al 1810. Infatti, dopo la soppressione napoleonica dei conventi, nel 1817 il governo parmense assegna agli Ospizi Civili di Piacenza la proprietà del monastero olivetano di San Sepolcro, e l’anno dopo fu congiunto all’ospedale. Agli inizi del XX secolo il nosocomio si ampliò nelle sue forme attuali. Nel 1994 è avvenuta l’apertura del “polichirurgico”.

Con il progetto di valorizzazione dello splendido patrimonio storico e culturale dell’ospedale di Piacenza, l’Ausl di Piacenza ha deciso di rendere fruibili tutto l’anno luoghi, dipinti, sculture e affreschi, documenti e libri con visite guidate gratuite su prenotazione.

Diversi possono essere gli itinerari: la chiesa di San Giuseppe, l’antico ingresso e chiostro dell'ospedale, la tomba romana e le antiche mura, l'ex monastero di San Sepolcro con la Sala delle Colonne e la biblioteca storica.
Periodo di svolgimento
Annuale
Modalità di svolgimento
su prenotazione
Organizzazione
AUSL di Piacenza
Telefono
+39.0523.302016
Email
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Tariffe
gratuito
Modalità di accesso e requisiti
Per informazioni e prenotazioni Martina Croci : tel +39.0523.302016; mail. m.croci@ausl.pc.it
Data di aggiornamento
Giovedì, 13 Luglio 2017
Informazioni a cura dei Servizi di Informazione e Accoglienza Turistica dei Comuni di Bobbio, Borgonovo V.T., Castell'Arquato, Piacenza e Vigolzone