Benvenuti nel sito ufficiale di informazione turistica della Provincia di PiacenzaScudo Piacenza

TOUR TRA I CASTELLI PIACENTINI

Castello di Gropparello, Paderna, San Pietro in Cerro
Descrizione

Il territorio piacentino è ricco  di rocche, manieri, residenze signorili, molte di queste aperte al pubblico e vistabili.
Ogni struttura ha una storia unica da raccontare:
gli intrighi di nobili famiglie, le avventure di coraggiosi condottieri, sensibili mecenati, anime in pena che vagano ancora alla ricerca di pace, affascineranno chiunque grazie alla storia, alla poesia o al mistero.
Questo è uno dei possibili percorsi di visita nei castelli (in questo caso di proprietà privata) delle valli piacentine, eseguibile in auto  o con bus privato, anche in giornata e parte dal Castello di Gropparello.
Immerso nella verdissima Val Vezzeno, sopra uno sperone di serpentino verde, a picco sul sottostante torrente, risale al secolo VIII. A pianta irregolare, si mostra magnifico esempio dell'arte della fortificazione. Il percorso di visita è adatto anche ai più piccoli, infatti nel bosco circostante è stato creato il "Parco delle Fiabe": i bambini, vestiti da cavalieri e assistiti da guide, riscoprono le tracce del passaggio di fate, folletti e streghe. Nella Taverna Medievale si possono gustare banchetti con animazione e inservienti in costume.
Con uno spostamento di circa una ventina di chilometri si arriva al Castello di Paderna con il profilo austero, le solide mura e il fossato. Documentato già agli inizi del nono secolo, nel '400 assume l'attuale conformazione di elegante fortilizio, con ampia corte agricola. Oggi il maniero è residenza padronale, azienda agricola biologica, orto-giardino e sede di importanti manifestazioni legate alla coltivazione della terra.
Con un’altra mezz’ora di spostamento, in auto o in bus riservato, si raggiunge il Castello di San Pietro in Cerro sul confine con le province di Parma e Cremona. La struttura è interamente visitabile e racchiude oltre trenta sale riccamente arredate, due saloni d'onore, le cucine, le prigioni. Nel sottotetto trova spazio il mim, Museum in Motion, collezione esposta a rotazione di oltre ottocento opere di maestri contemporanei, italiani e stranieri. Nell'antico deposito delle carrozze, all'interno del parco, è stata ricavato un relais de charme per il pernottamento.

Come arrivare
Il percorso si realizza in auto o bus riservato
Data di aggiornamento
Venerdì, 27 Gennaio 2017
Informazioni a cura dei Servizi di Informazione e Accoglienza Turistica dei Comuni di Bobbio, Borgonovo V.T., Castell'Arquato, Piacenza e Vigolzone