Benvenuti nel sito ufficiale di informazione turistica della Provincia di PiacenzaScudo Piacenza

MONASTERO DI SAN RAIMONDO

Corso Vittorio Emanuele II, 154
Descrizione
Il monastero prende il nome da San Raimondo, uomo di preghiera e di azione, pellegrino instancabile e innamorato della croce, che fu il fondatore dei primi ospedali di Piacenza. Nel 1175 Raimondo fondò il suo Ospedale e quando morì fu sepolto nell'omonima chiesa.
Poco dopo la prima decade del 1400 il Complesso Conventuale passò alle monache Cistercensi che cambiarono il loro nome in Monache di San Raimondo e  vi rimasero fino al 1810, quando Napoleone soppresse gli ordini religiosi. Nel 1827 una monaca benedettina fece restaurare e riaprire il Monastero dando vita ad un educandato che nel corso del tempo divenne collegio e scuola media.
Dopo l'impulso dato dal Concilio Vaticano II, nel 1967 vennero chiusi il collegio e la scuola e divenne un monastero di clausura.
Essendo una comunità monastica benedettina l'Opus Dei, la lectio, il silenzio e il lavoro formano la sua peculiarità ancor oggi nel cuore della città.
 
Recentemente è stata aperta la foresteria situata in un’ala del monastero. Essa ha libero accesso alla Chiesa di San Raimondo e alla portineria del monastero; ha una capienza di 10-12 posti letto una ampia sala, cucina e permette a chi lo desidera di sperimentare una “sosta dello spirito” frequentando le celebrazioni, sostando in preghiera nella chiesa silenziosa e accogliente di San Raimondo e chiedendo se necessario lectio per la meditazione personale, o colloqui personali. 
Attualmente il monastero ospita 11 religiose.
Telefono
+39.338.3028496
Email
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Data di aggiornamento
Martedì, 07 Marzo 2017
Informazioni a cura dei Servizi di Informazione e Accoglienza Turistica dei Comuni di Bobbio, Borgonovo V.T., Castell'Arquato, Piacenza e Vigolzone