Benvenuti nel sito ufficiale di informazione turistica della Provincia di PiacenzaScudo Piacenza

LA VAL D'AVETO

Descrizione

La Val d'Aveto si trova a cavallo tra le province di Genova (Liguria), Parma (Emilia-Romagna) e Piacenza (Emilia-Romagna). In provincia di Piacenza, tocca i comuni di Ferriere in Val Nure e di Cerignale e Cortebrugnatella, in Val Trebbia. Il torrente che la attraversa, l'Aveto, nasce dal monte Caucaso (1245 m), scorre per circa 45 Km prima di unirsi, in località Confiente, al fiume Trebbia del quale è il principale affluente. Il territorio del Comune di Ferriere comprende l’alta val Nure e una piccola parte della Val d’Aveto, qui si possono osservare paesaggi molto interessanti dal punto di vista geologico e geomorfologico, si nota l'affioramento di una particolare tipologia di rocce ofiolitiche dette "sepentiniti". Le rocce ofiolitiche rappresentano, con il loro elevato contenuto in minerali di ferro e rame, veri e propri lembi di crosta oceanica originatesi al fondo dell'antico mare, noto ai geologi come "Oceano Ligure-Piemontese", che tra 150 e 45 milioni di anni fa si estendeva tra la placca europea e la placca africana. Citiamo ad esempio il Groppo Rosso.

Il paesaggio è dominato dalle maggiori cime dell’Appennino Ligure e Piacentino che raggiungono i 1600-1800 mt. di altitudine, con ampi pascoli, dove d’estate si osserva ancora l’allevamento bovino. Diversi sono i sentieri di trekking che permettono l’esplorazione della zona. Di grande interesse naturalistico e paesaggistico sono i sentieri che percorrono l’area intorno alla Ciapa Liscia, (mt. 1373) nella Valle Tribolata, dall’aspetto lunare, a 1450 mt. di altitudine. Qui si può osservare la fioritura dell’orchidea selvatica, mentre i monti, a quote inferiori sono coperti principalmente di boschi di faggio.

Dal punto di vista faunistico, oltre ai classici animali da allevamento e da cortile, abitano la valle molte specie, quali: tassi, ricci, volpi, cinghiali, faine, gatti selvatici e persino lupi; ricca l'avifauna, che comprende rapaci (tra cui gufi, civette, poiane e falchi), codirossi, rondini montane, fringuelli, ballerine bianche, cardellini, ghiandaie, upupe, cuculi e tordi.

Ufficio informazioni turistiche di riferimento
Data di aggiornamento
Venerdì, 17 Marzo 2017
Informazioni a cura dei Servizi di Informazione e Accoglienza Turistica dei Comuni di Bobbio, Borgonovo V.T., Castell'Arquato, Piacenza e Vigolzone