Benvenuti nel sito ufficiale di informazione turistica della Provincia di PiacenzaScudo Piacenza

TORTA SPISIGONA DE.CO

Descrizione
Stando alle testimonianze riscontrate nel tempo, la ricetta della Torta Spisigona è stata proposta nel primo dopoguerra: a quei tempi la torta era al centro della gastronomia rurale del paese di Gragnano Trebbiense.
Il suo nome deriva dalla forma caratteristica, il tipico impasto pizzicato, in dialetto piacentino a “spisigoni”.
Nella tradizione contadina la torta era spesso il pasto che i coltivatori si portavano nei campi stante il suo elevato valore proteico ed energetico.
La manifestazione “Festa della Torta Spisigona” è stata proposta per anni dalla Pro Loco Gragnanese, in occasione della fiera paesana di Maria Bambina (8 settembre).
Nel 1993 un gruppo di volontari, vicini al Circolo Mcl di Gragnano Trebbiense decise di riproporre nuovamente la manifestazione.

Nel 2015 il Comune di Gragnano Trebbiense ha riconosciuto alla TORTA SPISIGONA il marchio DE.CO. 
Telefono
+39.0523.788444 Comune di Gragnano Trebbiense
Tecniche tipiche
SCHEDA PRODOTTO
a) descrizione generale
Dolce secco di “spizzichi” di pasta assemblati nella teglia che poi si ritrovano quando il dolce cotto si spezza nelle mani.
b) area di produzione
Comune di Gragnano Trebbiense
c) metodo di preparazione
Ingredienti per 1kg di torta
* Farina di grano tenero tipo 00 italiana, preferibilmente del territorio 1Kg
* Burro 500 g
* Zucchero 500 g
* Tuorli d’uovo sodi d’origine italiana n. 12
* Sale q.b.
Ammorbidire il burro lasciandolo per mezz’ora a temperatura ambiente, amalgamarlo allo zucchero, alla farina, aggiungere un pizzico di sale e i tuorli d’uovo. Lavorare la pasta fino a che non sarà sufficientemente omogenea. Imburrare una teglia da torta, cospargerla di farina eliminando quella che non si attacca al fondo. Staccare con le mani tanti piccoli pezzi di pasta e comporre la torta nella teglia. Passare in forno caldo a 170° per circa 40-50 minuti. La cottura si consta quando la torta assume un colore biscottato.
d) consumo
Togliere la torta dalla teglia quando è ormai tiepida. Spezzare alcuni grossi pezzi con le mani, trasferirli su un piatto. Spolverizzare l’intero piatto con zucchero a velo.
Vino consigliato: Malvasia dolce, Ortrugo, Spumanti piacentini.
Data di aggiornamento
Venerdì, 04 Novembre 2016
Informazioni a cura dei Servizi di Informazione e Accoglienza Turistica dei Comuni di Bobbio, Borgonovo V.T., Castell'Arquato, Piacenza e Vigolzone